“Non è più con noi”. Lutto nella musica, l’addio a uno dei più grandi artisti

Nel suo incredibile curriculum, che dimostra un percorso artistico davvero indimenticabile, si conta un premio Oscar per la colonna sonora di Momenti di gloria (1981) di Hudson per non parlare di varie altre melodie che hanno segnato la storia della musica mondiale. Quel lavoro gli diede modo farsi ammirare ovunque, raggiungendo il primo posto delle classifiche statunitensi. Vangelis Papathanassiou è morto.

Lo ha annunciato il primo ministro della Grecia, Kyriakos Mitsotakis, attraverso un sentito tweet che ha pubblicato nelle scorse ore. “Vangelis Papathanassiou non è più con noi”, ha esordito diffondendo così una notizia che ha destabilizzato milioni di utenti provenienti da ogni nazione e continente. Per fortuna tutta la sua produzione gli è sopravvissuta, rendendogli gloria. Firmò anche la musica di Blade Runner.

Vangelis Papathanassiou morto compositore greco


Vangelis Papathanassiou, morto il compositore greco

Tutti lo ricordavano solamente con il suo pseudonimo, all’anagrafe il suo nome era Evangelos Odysseas Papathanassiou. Vangelis era nato ad Agria (Grecia) il 29 marzo del 1943 ed è morto in Francia a 79 anni. La notizia della sua dipartita è stata diffusa dopo, lasciando un gran vuoto nella musica. Gli spot di Barilla indossano il suo brano Hymne e scrisse l’inno dei Mondiali di calcio 2002.

Vangelis Papathanassiou morto compositore greco

Vangelis Papathanassiou morto compositore greco

Chiunque sul web lo sta ricordando come uno dei più grandi e indimenticabili compositori del XX secolo. Cresciuto ad Atene, aveva formato la sua prima band, lui suonava diversi e numerosi strumenti, nel 1963 e l’aveva chiamata Forminx. La seconda poi a Parigi, gli Aphrodite’s Child, con la quale arrivarono i primi successi. Poi Londra e l’inizio della carriera di compositore per cinema, teatro, tv e di eventi di rilevanza.

“35 milioni di euro”. Dopo la morte del vip, si scopre l’enorme patrimonio lasciato in eredità

Lutto nella televisione, addio all’attore cattivo della serie che ha emozionato tutta l’Italia

“È morto mio figlio”. Dramma per il cantante, è il secondo che perde: “Ora rispettateci”